Un tuffo nel passato! Mangiare alla Scvnazzes!

La ristorazione negli ultimi anni è piuttosto cambiata: gli chef stellati sono entrati nelle nostre case attraverso il tubo catodico e ci hanno presentato i loro piatti stravaganti, con nomi spesso impronunciabili e avvolte anche dall’aspetto alquanto ambiguo.
Una tendenza che è diventata moda.
Ma ciò di cui stiamo per raccontarvi si scontra con questa realtà mondaiola e ci riporta improvvisamente alla genuinità, alla semplicità, alla naturalezza e alla tradizione.
Bene, vi invitiamo a raggiungere un posto in via fossato n. 50 a Giovinazzo, qui troverete una porta antica in legno scuro incorniciata da persiane verdi, attraversatela.
Nello stesso momento in cui sarete passati dall’altra parte vi sembrerà di far parte di un film ambientato negli anni 60!

Attenti pero! Non chiedete il menu, non esiste.

Tutto riporta a quegli anni…alle case delle nostre nonne o forse bisnonne…quando la cucina era tutto…luogo d’amore, luogo di sapori.
Bene siete nell’osteria Scvnazz: osteria tipica giovinazzese.
Guardatevi intorno: ogni cosa è curata nei minimi dettagli: tavoli e sedie antiche, credenze di una volta, monili e utensili da cucina. E poi le pareti: dei dipinti raffiguranti la città adornano e completano il tutto.
Ciò che salta agli occhi sono i colori, quelli di Giovinazzo: il blu del mare, l’azzurro del cielo, il marrone della terra, il giallo del sole, un’allegria contagiosa di colori che ben si sposa con il resto dell’arredamento.

Attenti pero! Non chiedete il menu, non esiste. Tutto è deciso giornalmente da quello che di fresco e genuino offre il mercato. Ricette giovinazzesi descritte in rigoroso dialetto.
Non può mancare la parmigiana, riso patate e cozze, la trippa, la frittata e tante altre ricette gustose della tradizione locale.

Francesco il titolare è davvero orgoglioso di quello che ha creato soprattutto perché tutto è stato ideato da lui: è felice quando la gente entra incuriosita nel suo locale, fa domande, rimane estasiata.
In effetti la prima reazione che si ha entrando è quella di rimanere sbalorditi, in un attimo tornano alla mente ricordi di una volta.
Francesco Marinelli e sua moglie sapranno accogliervi come a casa loro, vi faranno gustare antiche ricette e tornerete a casa con una bellissima cartolina in bianco e nero di Giovinazzo da conservare insieme al ricordo di aver trascorso un esperienza unica.

Share This