La Puglia può essere raccontata solo se realmente vissuta. E’ una di quelle mete turistiche che si distingue perché va oltre il semplice  concetto di vacanza. Sarà per questo che ormai da diversi anni ha conquistato l’Olimpo del turismo attirando visitatori da tutto il mondo. Una regione che offre tanto e per tutti i gusti, che ti fa stare con il naso all’insù e spesso ti lascia a bocca aperta per le innumerevoli bellezze storiche e naturali. Puglia è unicità…e la foto che pubblichiamo (Depergola fotografia, Giovinazzo)ne è testimonianza…in quale altra parte del mondo troviamo uno spaccato di vita simile? Difficile dare una risposta!

Finalmente, dopo diversi anni in cui si è tracciata la strada di un turismo organizzato, oggi la Puglia inizia a fare boom e ad avere risonanza soprattutto all’estero. A darcene conferma non sono solo i dati statistici sulle presenze ma i numerosi riconoscimenti a livello mondiale. 

Per esempio, sapevate che Vieste e Gallipoli sono state al primo posto della top ten di Trivago (piattaforma di prenotazione hotel online) del 2018? Sono state le destinazione più cercate. Ma non è tutto! “Puglia Regione of the year” al Food and Travel Italia Reader Awards 2018; Puglia Regione d’onore al Galà del National Italian American Foundation (NIAF) a Washington con 3mila partecipanti. La Puglia è risultata prima regione per numero di comuni, ben 10 comuni di eccellenza, alla II edizione del Premio 100 Mete d’Italia (anche Giovinazzo è stata insignita di questo prestigioso premio).Si, è vero…siamo consapevoli di possedere una grande risorsa e lavorare nel settore del turismo significa ogni giorno trasmettere l’amore e la passione per la nostra terra.

Lo sa benissimo Carmela Battista, una delle nostre guide abilitata della Regione Puglia, Dottore di ricerca in Storia dell’Arte e Archeologia, impegnata a trasmettere il meglio della nostra Regione ai turisti che vengono a trovarci. A lei abbiamo chiesto di raccontarci con i suoi occhi la nostra bella e amata Puglia, proprio in prossimità della bella stagione che apre le porte a cospicui flussi di turismo stagionale.

<Con l’approssimarsi della primavera, i paesaggi di Puglia, tempestati dalle lussureggianti verdi chiome di ulivi secolari, si arricchiscono di fiori variopinti laddove, per millenni, la natura ha protetto architetture megalitiche di un passato protostorico assai affascinante. Menhirdolmenci raccontano, in un silenzio eterno, le storie dei nostri progenitori, nobili guerrieri che hanno fatto grande la nostra terra. E dove la linea dell’orizzonte si perde nell’azzurro oltremare, pare ancora di ascoltare echi di navigatori, popoli, Santi arrivati dall’Oriente. Da sempre crocevia di lontane culture, la nostra regione ancora oggi preserva un DNA multietnico: bizantini, arabi, normanni, angioini, aragonesi hanno lasciato un segno indelebile nell’essenza pugliese, nei dialetti, nella toponomastica. I turisti che sceglieranno di visitare la Puglia avranno l’opportunità di fare un viaggio nel passato, fra cielo e mare, fra paesaggi mozzafiato scavati dalle acque, aree archeologiche pluristratificate, meravigliose cattedrali sul mare ed emblematici castelli federiciani. Dal Gargano al Salento, ogni piccolo centro storico conserva beni culturali unici e un patrimonio enogastronomico che affonda le proprie radici nella multietnicità e nei ricchi frutti della terra e del “Mare Nostrum”. I profumi del Mediterraneo inebriano i sensi in una dimensione atemporale. La Puglia è un’esperienza da vivere, rimane impressa nei cuori>

Share This